Ludriano, un loculo "conteso" da due salme

Nel cimitero di Ludriano, frazione di Roccafranca, un loculo di una cappella di famiglia è stato trovato occupato da una bara di cui i parenti non conoscevano l'esistenza.

 

L’addetto alla tumulazione deve aver avuto una bella sorpresa quando, in una scena abbastanza surreale da candid camera dal gusto un po’ macabro, dopo aver spezzato il cartongesso di un loculo al cimitero di Ludriano, lo ha trovato già occupato da una bara di cui non conosceva l’esistenza.
 
Il fatto è avvenuto nel campo santo della frazione di Roccafranca, in una cappella familiare. Il tumulatore, che stava preparando il loculo per accogliere le spoglie di una persona deceduta il giorno prima, in seguito alla sorpresa ha segnalato al Comune l'inconveniente. I responsabili dei servizi cimiteriali hanno cercato subito di capire la reale identità del morto “abusivo”, una ricerca che non è stata facile, soprattutto per la delicatezza della situazione. Alla fine, i familiari delle due persone decedute, quella "abusiva" e quella del nuovo pretendente, sono state convocate in municipio per cercare di capire quanto accaduto e di trovare un pacifico compromesso.
 
Da quanto si è potuto sapere, sembra che  la salma sia stata “posteggiata” provvisoriamente nella cappella in assenza di altri loculi disponibili, e poi lì dimenticata
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento