rotate-mobile
Cronaca

Massacrato dall'ex della figlia: la furia omicida (anche) per una Renault Clio

Si scava sui motivi della barbara aggressione

È Luca El Maccaoui il ragazzo fermato per l'omicidio di Anselmo Campa, imprenditore di 56 anni ucciso a Grumello del Monte lo scorso 19 aprile.

Tra i motivi che avrebbero spinto El Maccaou (22enne nato in Italia da genitori marocchini) ad uccidere il 56enne, ci sarebbe anche una Renault Clio che Campa aveva comprato e dato in uso alla figlia Federica e al giovane, quando quest'ultimo era fidanzato con la ragazza. 

Un'automobile comunque sempre rimasta intestata all'imprenditore e della quale avrebbe chiesto più volte conto a El Maccaoui, dopo che il 22enne si era lasciato con la fidanzata Federica (la quale da tre mesi si trovava in Egitto per lavorare come animatrice).

La vettura - che Campa aveva già trovato da vendere a un conoscente - e altri screzi potrebbero rappresentare il movente del delitto: situazioni di tensione che avrebbero alimentato l'astio tra i due uomini, che pare già in passato avessero discusso su questi argomenti. 

(Fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacrato dall'ex della figlia: la furia omicida (anche) per una Renault Clio

BresciaToday è in caricamento