Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Edolo

Precipita sotto gli occhi dell'amico: il dramma di Luca, morto a 30 anni

Il dolore di mamma, papà e fratello

È Luca Capelli, esperto alpinista conosciuto come "Kuki", il 30enne deceduto in Alta Valcamonica nella giornata di domenica, dopo essere precipitato nel vuoto per oltre 100 metri mentre scalava i "Campanili delle Granate", tra Edolo e Sonico. Il ragazzo viveva ad Almenno San Salvatore, nella Bergamasca. Lavorava come operaio in una ditta che si occupa di manutenzione stradale.

La tragedia si è verificata in tarda mattinata sotto gli occhi di un amico (insieme al quale stava affrontando l'arrampicata), che ha subito chiamato il 112 dopo averlo visto precipitare per cause ancora da accertare. Per i soccorsi è intervenuta l'eliambulanza di Trento, insieme agli uomini del Cnsas, stazione di Edolo, e a quelli del Sagf, il Soccorso alpino Guardia di finanza, che si sono poi occupati del recupero della salma.

Luca Capelli lascia nel dolore il papà Mario, la mamma Ivana e il fratello minore Francesco. La camera ardente è stata allestita nella Casa del Commiato di Almenno San Bartolomeo: le esequie saranno celebrate alle 10 di mercoledì 13 settembre nella chiesa parrocchiale del paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precipita sotto gli occhi dell'amico: il dramma di Luca, morto a 30 anni
BresciaToday è in caricamento