LSD nelle mutande, 120 g di hashish a casa dei nonni di 90 anni

Un disoccupato 19enne è stato "beccato" in flagranza di reato con 8 dosi hashish in tasca e alcuni francobolli di Lsd nelle mutande, durante un controllo dai carabinieri di Gavardo. Il nascondiglio era a casa dei nonni, una coppia di novantenni

La droga e i soldi sequestrati — copyright © Bresciatoday.it

Fermato durante un controllo dai Carabinieri di Gavardo, un 19enne è stato 'beccato' con 8 dosi di hashish in tasca e alcuni francobolli di LSD nelle mutande. Durante il primo interrogatorio, il giovane pisher (disoccupato) di Villanuova sul Clisi era comunque tranquillo. Sapeva che a casa sua non avrebbero trovato nulla.

Il suo nascondiglio segreto era infatti altrove: nella camera che i nonni gli avevano messo a disposizione nella loro abitazione. Un "fortino" che, però, i militari di Gavardo hanno scovato in poco tempo.

Durante la perquisizione dell'abitazione della coppia di 90enni, sono infatti saltati fuori un panetto da 100 grammi di hashish, 20 grammi della medesima sostanza già suddivisi in dosi, 15 francobolli contenenti LSD, alcuni bilancini di precisione, materiale per il confezionamento e 1.800 in banconote di piccolo taglio.

Elementi che non hanno lasciato dubbi alle forze dell'ordine: lo spaccio era l'unica occupazione del 19enne, come testimoniano anche i meticolosi "registri"  dove il giovane segnava i crediti. L’arresto è stato convalidato dal giudice ed il giovane è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Il denaro è stato confiscato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento