Lozio, identificato il cadavere: è don Giulio Corini, parroco di Mura

Identificato il corpo senza vita trovato sabato mattina a Lozio: la salma di Giulio Corini, parroco di Mura, in Valsabbia. Morto a 67 anni mentre andava per funghi

Identificato il cadavere del cercatore di funghi, trovato per caso nella prima mattina di sabato da parte di un gruppo di escursionisti, nei pressi dei boschi di Santa Caterina di Lozio, a due passi dalla

Vittima di un improvviso malore, e proprio mentre andava a funghi, il 67enne Giulio Corini, ex parroco di Lozio e ora prete nel piccolo borgo di Mura, in Valsabbia.

Molto conosciuto in zona, era noto ai più per la sua passione per le escursioni. Tanto da meritarsi il soprannome di “prete della montagna”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento