Ciclista 23enne muore stroncato da un collasso cardiaco

Già qualche mese fa un problema al cuore lo aveva obbligato a smettere le due ruote. La notte di ferragosto non ce l'ha fatta: è morto ricoverato d'urgenza all'ospedale di Jesolo. I genitori hanno confermato che stava seguendo una terapia a base farmacologica

Lorenzo Mola, ragazzo di 23 anni dilettante lodigiano di Brentonico, tesserato per la bresciana «Delio Gallina», è stato stroncato nella notte di Ferragosto da un collasso cardiaco mentre si trovava a Jesolo in discoteca con degli amici.

Già qualche mese fa un problema al cuore lo aveva obbligato a smettere le due ruote. La notte di ferragosto non ce l’ha fatta: Mola è morto ricoverato d’urgenza all'ospedale di Jesolo. Per gli agenti del commissariato locale, che indagano sulla vicenda, il giovane, sebbene avesse bevuto, non aveva assunto altri tipi di droghe.

Lavorava a Lodi, nel negozio di macelleria del padre. Il ciclismo era la sua passione, ma un’aritmia cardiaca, diagnostica recentemente, lo aveva fermato per qualche mese. I genitori hanno confermato che stava seguendo una terapia a base farmacologica. Perchè, il primo obbiettivo di Lorenzo, era quello di tornare a correre. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento