Ladri in fabbrica di notte: un arresto, si cerca il complice

Hanno approfittato dell’oscurità per entrare in azione, cercando di prelevare qualcosa di valore. Uno dei due è stato bloccato.

Una fabbrica in liquidazione, chiusa da tempo ma ancora piena di tanti attrezzi e macchinari di valore. Due ladri hanno pensato bene di farci visita per tentare di recuperare qualcosa, ma non è andata decisamente bene. La notizia è raccontata dal Giornale di Brescia. 

I carabinieri della stazione di Dello nella notte (tra venerdì e sabato) hanno colto sul fatto due ladri che si erano introdotti nell’Atp di via XXIV maggio a Longhena, un’azienda alle porte del paese che produceva cerchi in lega leggera, chiusa da tempo. Entrando da una delle aperture nella recinzione, i militari di soppiatto hanno avvicinato uno dei due ladri e l’hanno bloccato, mentre il complice riusciva a fuggire. 

L’uomo colto sul fatto è un bresciano di 51 anni senza precedenti penali. Addosso aveva un seghetto per il metallo, un coltello a serramanico, una chiave a brugola ed un apribottiglie. Trattenuto nella notte in caserma a Verolanuova, il ladro stamane è finito davanti al giudice che lo ha rimesso in libertà in attesa del processo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento