Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Lonato del Garda

Viticoltore beffato: migliaia di bottiglie a finti ristoratori con assegno scoperto

Un colpo grosso, dal valore di diverse migliaia di euro, ma la Polizia è riuscita a risalire all’identità dei truffatori.

Si sono recati da un viticoltore di Lonato del Garda spacciandosi per i responsabili di un noto ristorante bergamasco, esibendo documenti falsi e un assegno totalmente scoperto. Dopo un grande lavoro di indagine, i poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Desenzano del Garda sono riusciti a risalire all’identità dei truffatori che si sono resi protagonisti di un colpo davvero ricco. 

Presentatisi in azienda, i truffatori hanno chiesto di acquistare diverse centinaia di confezioni di vino pagandole con un assegno risultato successivamente sprovvisto di copertura ed intestato ad un cittadino marocchino irreperibile. Il vignaiolo è stato tratto in inganno dal nome del ristorante, e dai documenti dei truffatori che sembravano effettivamente riferiti al locale. 

L’attività investigativa, articolata e complessa, grazie all’analisi del traffico telefonico, alle acquisizioni testimoniali e alle immagini delle telecamere installate lungo le strade, ha permesso di risalire agli autori della truffa: un cittadino italiano di anni 48 residente a Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo, una donna italiana di anni 37 residente a Monasterolo del Castello (BG), un’altra donna italiana residente sempre a Romano di Lombardia e un cittadino Albanese di anni 52 residente a Borgo San Giacomo (colui che avrebbe fornito l’assegno scoperto), tutti con precedenti per reati contro il patrimonio. I quattro - indagati in stato di libertà - sarebbero gli attori di altre truffe ad aziende vitivinicole della zona (e numerose sono le truffe analoghe verificatesi anche altrove): l’appello della Polizia è quello di fare molta attenzione attuando tutte le procedure prima di accettare un assegno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viticoltore beffato: migliaia di bottiglie a finti ristoratori con assegno scoperto

BresciaToday è in caricamento