rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca Lonato del Garda / Via Rassica

Notte da incubo: ladri al ristorante e in casa mentre i proprietari dormono

La rabbia del titolare della storica trattoria "La Rassica" di Lonato: "È come se mi avessero rubato un pezzo di vita". L'uomo offre una ricompensa.

"Vieni subito, ci sono i ladri!": questa la richiesta d’aiuto ricevuta in piena notte da Piergiuseppe Bertola, attuale titolare della storica trattoria “La Rassica” di Lonato del Garda. Dall’altra parte del telefono c’era il padre di 77 anni, che abita nell’appartamento situato sopra il locale.

Via con fucili e soldi

È la notte del 20 gennaio. Sembra che i malviventi fossero in due, più un terzo rimasto fuori a fare da 'palo': dopo avere forzato la porta sul retro del locale, hanno fatto irruzione nell’abitazione dove vivono il 77enne e la madre di 93 anni. Svegliato dai rumori sospetti, l’anziano si è messo a chiamare la donna, credendo che fosse lei la responsabile del trambusto: "Per fortuna non si è alzato dal letto - ci racconta Bertola -, altrimenti non so cosa sarebbe potuto accadere. I ladri avevano già asportato tre fucili da caccia (erano di mio nonno), regolarmente detenuti e conservati in un’apposita vetrina, oltre ai contanti trovati nella borsetta della nonna".

La voce dell’uomo ha messo in fuga i malviventi. Evitato il pericolosissimo faccia a faccia, i ladri sono fuggiti lasciando però dietro di sè alcune tracce: le loro orme rimaste nella neve caduta proprio quella notte. Non solo: informazioni utili potrebbero arrivare dall’analisi delle immagini di sorveglianza del locale, che sono al vaglio dei carabinieri. 

Rubati anche i ricordi

Oltre alle armi e ai contanti, i ladri si sono portati via anche dei ricordi di inestimabile valore affettivo: due quadri contenenti l’attestato di benemerenza al lavoro rilasciato a Elsa Terenghi, nonna dell’attuale proprietario, e l’onorificenza di Cavaliere di Vittorio Veneto ottenuta da Luigi Terenghi, che nel 1910 aveva dato inizio all’attività della storica trattoria lonatese specializzata nei piatti a base di lumache.

"Hanno visto le medaglie all’interno e se li sono presi: è come se mi avessero rubato un pezzo di vita - spiega Bertola, che non si dà pace -. Sicuramente, una volta prese le medaglie avranno buttato via gli attestati: li ho cercati ovunque nei dintorni del ristorante, ma non c’è traccia. Perciò rivolgo un accorato appello: se qualcuno dovesse ritrovare i quadretti descritti, si metta in contatto con me. A chi me li riporterà sarò lieto di dare un compenso".

Tre furti in 14 anni

È il terzo furto subito dall’attività: "Il giorno di Natale di 6 anni fa, i ladri avevano fatto incursione nel locale, racimolando un bel bottino - racconta Bertola -. Il primo furto risale al 2009 ed era avvenuto, come quello del 20 gennaio scorso, durante la fiera regionale di Lonato. Una coincidenza? Non credo. Inoltre, durante l’ultima incursione i ladri sono andati a colpo sicuro: non hanno messo a soqquadro nulla, sapevano già dove trovare i fucili e i soldi. Ho il sospetto che si tratti sempre delle stesse persone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte da incubo: ladri al ristorante e in casa mentre i proprietari dormono

BresciaToday è in caricamento