Lonato: "La telecamera nascosta non controlla la velocità"

Il comandante del Corpo, il Commissario Capo Patrizio Tosoni, interviene dopo le polemiche sollevate dal nostro articolo, ma restano i dubbi sulle modalità dell'iniziativa

La telecamera nascosta dalla polizia di Lonato

Dopo il caso sollevato dal nostro articolo di sabato, riguardante una telecamera nascosta dalla polizia di Lonato in un'utilitaria parcheggiata a lato della carreggiata, ci ha scritto il comandante del Corpo, il Commissario Capo Patrizio Tosoni, per specificare che il sistema di lettura targa permette "di rilevare il transito di veicoli rubati, sprovvisti di copertura assicurativa e sprovvisti di revisione".

Nel nostro articolo, tuttavia, si criticavano le modalità dell'iniziativa e non il controllo in sé, che - ribadiamo - non consente di rilevare la velocità delle auto in transito. Le telecamere venivano nascoste nella Germania dell'Est per controllare i cittadini. Oggi, basta metterle su un treppiede con a fianco una pattuglia: in tal modo, chi cammina in strada non si allarma e ai giornali non arrivano decine di segnalazioni "per una strana telecamera nascosta in una Clio bianca".

Il Commissario Tosoni ci ricorda che "la ricerca di veicoli rubati va nella direzione di aiutare la gente, le persone derubate. Un sinistro stradale nel quale viene coinvolto un veicolo non assicurato, reca non pochi problemi economici alla persona che ha subito il danno. La mancanza di revisione, inoltre, espone il conducente all'effettivo rischio che in caso di sinistrosità la compagnia assicurativa non risponda".

Tutte cose vere (e risapute). Escludendo il particolare caso dell'auto rubata, all'accertamento della mancanza dell'assicurazione o della revisione segue una multa (e non solo) salatissima. Ma una sentenza della Cassazione, datata 23 maggio 2013, ha già bollato come 'illegittime' le infrazioni per eccesso di velocità date attraverso autovelox nascosti all'interno di "auto civetta". Il caso del "targa system" di Lonato non sembra molto dissimile: forse - essendo una novità - nessun automobilista ha ancora fatto ricorso in tribunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento