Raccolta differenziata a Lonato, tra bilanci e qualche novità

Christian Simonetti, consigliere comunale con delega per l’Igiene urbana

Dopo quasi due anni e mezzo dall’inizio della raccolta domiciliare porta a porta, il risultato di fine 2015, con una percentuale di differenziata intorno al 72%, conferma l’impegno da parte dei lonatesi e per questo l’amministrazione comunale desidera ringraziare i cittadini che hanno permesso di raggiungere tale risultato.

«Il nuovo anno ci chiama a migliorare ulteriormente il servizio di raccolta porta a porta rispondendo ad alcune istanze dei cittadini – afferma il sindaco Roberto Tardani – , con qualche variazione del calendario rispetto al 2015, sulla base di segnalazioni ricevute dagli abitanti del “centro” e della zona “nord”».

Per contrastare il fenomeno dell’abbandono abusivo dei rifiuti, nel 2016 ci saranno maggiori controlli, con ammende dai 170 ai 500 euro, per chi non rispetta le regole sullo smaltimento dei propri rifiuti.

I nuovi calendari della raccolta differenziata sono stati distribuiti in tutto il territorio lonatese, in circa 7mila copie, tra centro e frazioni, lo scorso dicembre e presto saranno affissi i manifesti. Chi non avesse ricevuto l’ecocalendario può trovarlo presso i centri di raccolta o l’Ufficio ecologia del Comune o scaricarlo dal sito www.comune.lonato.bs.it.

«Da gennaio 2016 nelle zone “nord” e “centro” sono state apportate alcune modifiche al calendario delle raccolte domiciliari di rifiuti – informa il consigliere comunale con delega per l’Igiene urbana Christian Simonetti –. Nella zona nord, il ritiro di vetro/lattine e plastica passa dal venerdì al mercoledì; mentre nella zona centro, la carta va dal martedì al sabato e il secco dal sabato al martedì, sulla base di richieste e segnalazioni presentate dagli utenti».

Oltre al normale servizio di raccolta differenziata, i contribuenti hanno l’ulteriore possibilità di conferire tutte le tipologie di rifiuti differenziati nei centri di raccolta comunali della Rassica e di Centenaro, aperti anche il sabato.

«Per favorire ulteriormente i cittadini – prosegue il consigliere Simonetti – abbiamo istituito nel 2015, per il primo anno al centro di raccolta della Rassica nel periodo estivo un’apertura extra domenicale riscontrando un ottimo risultato. Non dimentichiamo che  Lonato è il secondo comune della sponda bresciana del lago, dopo Desenzano, come numero di centri di raccolta comunali sul territorio e come numero di ore di apertura degli stessi, fornendo un ottimo servizio al cittadino».

Inoltre, in tutto il territorio lonatese, sono stati aggiornati gli spazzamenti meccanici delle strade aggiungendo nuovi tratti di percorso, dove le foglie cadono copiose in autunno/inverno e rendono il manto stradale sporco, scivoloso e pericoloso. E stato inoltre intensificato il servizio di spazzamento manuale di parchi pubblici e marciapiedi.

«Le immagini pubblicate nell’ecocalendario 2016 – conclude Christian Simonetti – sono state scelte per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza che ha l’ambiente in cui viviamo e che lasceremo in eredità ai nostri figli e per capire che ognuno di noi ha l’obbligo e la responsabilità di rispettarlo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento