Lonato del Garda: impiegato emiliano di 43 anni indagato per stalking

Nel corso delle indagini, coordinate dal Gruppo Soggetti Deboli della Procura della Repubblica del Tribunale di Brescia, l'uomo è stato identificato in R.F.M. (queste le iniziali del nome), domiciliato a Brescia e con un preedente per reati contro la persona

Alla fine dello scorso agosto, una quarantasettenne di Lonato del Garda ha denunciato agli agenti del Commissariato locale di essere stata picchiata dal suo compagno durante una vacanza all’Isola d’Elba.

Dopo aver sporto denuncia, la donna ha interroto ilì rapporto sentimentale, ma l’uomo ha iniziato una serie di atti persecutori nei suoi confronti, consistenti nella divulgazione di lettere anonime pesantemente diffamatorie ed offensive, recapitate presso il luogo di lavoro, la zona di residenza, alcuni locali pubblici, le abitazioni dei genitori e di conoscenti dell'ex-fidanzata.

La donna ha iniziato a temere per la propria incolumità e, supportata dall’appoggio dei familiari, si è rivolta alla Polizia di Stato ogni volta che si verificavano nuovi atti persecutori.

Nel corso delle indagini, coordinate dal Gruppo Soggetti Deboli della Procura della Repubblica del Tribunale di Brescia, l’uomo è stato identificato in un impiegato di 43 anni, R.F.M. (queste le iniziali del nome), un emiliano domiciliato a Brescia con un precedente di polizia per  reati contro la persona.

Sulla base delle investigazioni, il G.I.P. del Tribunale di Brescia ha emesso a suo carico delle misure cautelari, consistenti nel divieto di avvicinamento alla donna, di frequentare i suoi luoghi di lavoro e la sua residenza, nonché di contattarla  telefonicamente.

Sono state inoltreì effettuate perquisizioni domiciliari nei confronti dell’uomo, nel corso delle quali è stata rinvenuta e sequestrata della documentazione comprovante le sue minacce e persecuzioni.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

  • Orrore in reparto: ragazza di 19 anni si dà fuoco e muore avvolta dalle fiamme

Torna su
BresciaToday è in caricamento