Squarciata la capretta “Caffè”, mascotte di tanti bambini e ragazzi

Uccisa nella notte la simpatica mascotte del maneggio "Angeli" di Lonato del Garda, centro specializzato in ippoterapia per ragazzi disabili

La capretta "Caffè"

Barbaramente uccisa nella notte tra lunedì e martedì, il ventre completamente squarciato. E’ morta così la capretta “Caffè”, vera e propria mascotte del maneggio “Angeli” a Lonato del Garda, in località Perlaracconta.

I proprietari pensavano si fosse persa nei campi e la stavano cercando, fino al macabro ritrovamento. L’animale era l’“idolo” indiscusso dei bambini e ragazzi che frequentano il maneggio. Tra di loro anche tanti disabili: il centro è infatti specializzato in ippoterapia.

Tra i giovani regna ora l'incredulità per il modo crudele (e inspiegabile) in cui è stata uccisa la simpatica mascotte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Il governo approva il decreto per il Natale: i divieti e le regole sugli spostamenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento