menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La spiaggia del Lido di Lonato

La spiaggia del Lido di Lonato

Prurito e bolle dopo il tuffo nel lago: soccorse 12 persone

È successo sabato mattina al Lido di Lonato: sei adulti ed altrettanti bambini hanno manifestato i sintomi della ‘dermatite del bagnante’.

Bolle e prurito per i bagnanti del Garda: proprio nel pieno della stagione turistica torna l'incubo della dermatite causata dalle deiezioni dei volatili, e che provoca appunto piccole ma vistose macchie e soprattutto un fastidioso prurito. Il primo caso dell'anno è avvenuto al Lido di Lonato, di fronte al chiosco ‘Madai’.

Le prime vittime sono ben 12: 6 adulti e altrettanti bambini, tra cui anche un piccolo di solo un anno. Non appena usciti dall'acqua hanno manifestato gli immediati effetti della dermatite cosiddetta “del bagnante”. Prurito, fastidio e un po' di lacrime per i più piccoli.

Le vittime sono tutti turisti, ospiti dell’area camper ‘La Spiaggia’. L’allarme è scattato attorno a mezzogiorno e sono sopraggiunte numerose ambulanze. Nulla di grave per fortuna, solo 4 persone sono state portate in ospedale per accertamenti e sono state dimesse dopo poche ore. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Desenzano, che hanno raccolto le testimonianze.

Nessun allerta inquinamento, lo dice l’Ats di Brescia, e nessun divieto di balneazione. Per tutti la diagnosi è di sospetta dermatite del bagnante: una reazione allergica causata da un parassita (la cercaria) che si trova nelle feci degli uccelli acquatici. Solitamente il parassita si nasconde in profondità, ma quando le temperature diventato roventi sale in superficie. Il consiglio per evitare fastidiosi pruriti? Non fare il bagno durante le ore più calde e farsi la doccia appena usciti dall’acqua. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento