Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

Visite ad amici, spostamenti, negozi aperti e sport: tutte le norme nel dettaglio

In questo weekend cambiano alcune regole per il contenimento della pandemia di Covid-19 e, soprattutto, i colori di molte regioni tra cui la Lombardia, che passa nella zona di massimo rischio, quella rossa.

Zona rossa, arancione e gialla

Da oggi è in vigore il nuovo Dpcm, da domani l’ordinanza sui colori delle regioni, che quindi "spaccherà" in due il fine settimana in molte regioni. A partire da domenica 17 gennaio, infatti, passano in zona rossa la provincia autonoma di Bolzano e le regioni Lombardia e Sicilia. Passano in zona arancione Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle D’Aosta. Restano in zona arancione Calabria, Emilia-Romagna e Veneto. Ricapitolando, da domenica 17 gennaio sono:

  • in zona rossa: Lombardia, Sicilia, Provincia Autonoma di Bolzano; 
  • in zona arancione: Abruzzo, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Valle D'Aosta, Veneto;
  • in zona gialla: Basilicata, Campania, Molise, Sardegna, Toscana, Provincia Autonoma di Trento.

 Lombardia zona rossa: le regole

Le regole in vigore nella zona rossa e, quindi, nella nostra regione:

  • bar e ristoranti: è consentito il servizio d'asporto entro le 22 per i ristoranti ed entro le 18 per i bar (nessun limite, invece, per il servizio a domicilio). Restano aperti gli autogrill lungo le autostrade e i bar in stazioni e aeroporti;
  • gli unici negozi aperti sono: rivenditori di generi alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccai, edicole, parrucchieri, barbieri, lavanderie, ferramenta, ottici, fiorai, librerie, cartolerie, informatica, negozi di abbigliamento per bambini e di giocattoli, profumerie, pompe funebri e distributori automatici. Nei centri commerciali resteranno aperti solo alimentari, farmacie, parafarmacie e tabaccai;
  • non si potrà fare qualsiasi sport salvo attività motoria all’aperto e in forma individuale; si potrà fare jogging o andare in bici individualmente;
  • gli spostamenti sono consentiti solo per ragioni lavoro, salute, necessità e tra questi rientra l’assistenza ad una persona non autosufficiente; si potrà rientrare nella propria residenza, nel domicilio o nell’abitazione in cui ci si ritrova abitualmente con il partner; si potrà andare a fare la spesa e a messa oltre che in farmacia e dal tabaccaio. In caso di controlli, deve sempre essere mostrata o compilata al momento l'autocertificazione;
  • restano le limitazioni agli spostamenti dalle 22 alle 5;
  • ci si potrà recare a casa di altre persone (in due, ma nel totale non sono contati gli under 14) con spostamenti all'interno del proprio comune.

Fonte: Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

BresciaToday è in caricamento