Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Trenord: ancora disagi, ma si torna lentamente alla normalità

Dalle 7 alle 9 di questa mattina ci sono state in tutto una ventina di soppressioni, ma sono stati garantiti 250 treni

La situazione nelle stazioni servite da Trenord, in Lombardia, sarebbe in miglioramento anche se ritardi e disagi sono ancora segnalati lungo le principali tratte.

Si segnalano ancora alcune soppressioni, mentre i ritardi, secondo quanto appreso, sarebbero contenuti in arrivo, e quasi inesistenti in partenza.

Tra i viaggiatori, nei giorni scorsi molto arrabbiati per il caos che si era verificato, non ci sono state particolari proteste e il flusso viene definito normale.

Secondo quanto precisato da Trenord, nella fascia di punta, dalle 7 alle 9, ci sono state una ventina di soppressioni, ma sono stati garantiti 250 treni e quelli che sono partiti non hanno avuto ritardi pesanti. Secondo l'azienda, quindi, i disagi proseguono ma sono ormai contenuti.

Ieri, intanto, a complicare una giornata già carica di tensioni ha contribuito la situazione giudiziaria dell'ad di Trenord, Giuseppe Biesuz, finito agli arresti domiciliari per un'ipotesi di bancarotta relativa non a Trenord ma alla società Urban Screen, di cui Biesuz è stato amministratore delegato fino al 2008.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenord: ancora disagi, ma si torna lentamente alla normalità

BresciaToday è in caricamento