Stop a Green Hill, in Lombardia presto il divieto allevamenti

Presentato al Pirellone il progetto di legge che intende stabilire il divieto di allevamento per fini di sperimentazione, prevedendo multe da 50mila a 150mila euro per chi lo trasgredisce, raddoppiate in caso di recidiva

La Regione Lombardia si avvia a vietare "l'allevamento di cani, gatti e primati non umani per fini di sperimentazione", cioé di vivisezione. A prevederlo è infatti un progetto di legge presentato dal Pdl - il consigliere Giorgio Puricelli primo firmatario - che ha ottenuto l'avallo del presidente della Giunta, Roberto Formigoni, e il sostegno dell'ex ministro Michela Vittoria Brambilla, impegnata a Roma per una legge nazionale sullo stesso tema.

- Stop a Green Hill, Brambilla: «Un grazie a Formigoni per l'impegno»
- Green Hill: un convegno a Montichiari su vivisezione e legislazione
- L'ex ministro Brambilla: «Sì all'emendamento che chiuderà Green Hill»


In attesa dell'avvio dell'iter in Consiglio regionale, i tre articoli del progetto di legge sono stati presentati a Palazzo Lombardia, in una conferenza stampa in cui è stato spiegato che fra gli obiettivi c'é anzitutto quello di impedire l'attività dell'allevamento 'Green Hill' di Montichiari, in provincia di Brescia, dove vengono allevati cuccioli di beagle destinati alla sperimentazione e definito "un lager" dalla stessa Brambilla.

"La Lombardia - ha assicurato Formigoni - intende procedere alla chiusura dell'allevamento e porre fine a una vicenda che ha suscitato molte proteste". Lo strumento è dunque il progetto di legge che intende stabilire il divieto, prevedendo multe da 50mila a 150mila euro per chi lo trasgredisce (raddoppiate in caso di recidiva) e di destinare le somme alle Asl competenti per territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Arresto cardiaco, muore nella sua auto: era in malattia e aveva la febbre

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

  • Coronavirus: morto cassiere di 57 anni, supermercato chiuso per lutto

  • "Nella mia Brescia tragedia di proporzioni devastanti: i nonni non ci sono più"

Torna su
BresciaToday è in caricamento