menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evaso al Beccaria, viene fermato vicino a casa

Il giovane, classe 1998, è stato intercettato alle porte di Lograto: il suo obiettivo era quello di fare ritorno dai familiari.

Lo aspettavano, e puntualmente lui si è presentato. Per un 17enne di origini marocchine la fuga dopo l’evasione dal carcere minorile Beccaria di Milano è terminata alle porte di casa, nel comune di Lograto. Il ragazzo era in qualche modo “atteso” nella Bassa tanto che il Comune di Trenzano, dove risiedono i suoi genitori, nella giornata di venerdì ha pubblicato un comunicato chiedendo a tutti di stare in guardia e avvisare le forze dell’ordine in caso di avvistamento. 

Il giovane, eludendo la sorveglianza di due educatori, è fuggito a piedi per le vie di Milano al termine di un permesso per assistere a uno spettacolo teatrale. In sua compagnia un altro detenuto, a quanto pare anch’egli bresciano (le sue generalità non sono state diffuse), ancora ricercato. 

La storia per il 17enne fermato a Lograto parla di un arresto e una condanna nel 2013 per violenza sessuale. L’allora 15enne aveva prima molestato una 40enne di Ospitaletto, poi una 29enne di Trenzano, minacciandole entrambe con una pistola giocattolo. Secondo quanto emerge a margine della fuga, nei due anni abbondanti trascorsi in carcere il ragazzo si sarebbe sempre comportato bene, tanto che la fine della detenzione era ormai vicina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, contagi da zona rossa: attesa decisione della Regione

social

Le acque si abbassano, l'antico "castello" riemerge dagli abissi del lago

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento