Evaso al Beccaria, viene fermato vicino a casa

Il giovane, classe 1998, è stato intercettato alle porte di Lograto: il suo obiettivo era quello di fare ritorno dai familiari.

Lo aspettavano, e puntualmente lui si è presentato. Per un 17enne di origini marocchine la fuga dopo l’evasione dal carcere minorile Beccaria di Milano è terminata alle porte di casa, nel comune di Lograto. Il ragazzo era in qualche modo “atteso” nella Bassa tanto che il Comune di Trenzano, dove risiedono i suoi genitori, nella giornata di venerdì ha pubblicato un comunicato chiedendo a tutti di stare in guardia e avvisare le forze dell’ordine in caso di avvistamento. 

Il giovane, eludendo la sorveglianza di due educatori, è fuggito a piedi per le vie di Milano al termine di un permesso per assistere a uno spettacolo teatrale. In sua compagnia un altro detenuto, a quanto pare anch’egli bresciano (le sue generalità non sono state diffuse), ancora ricercato. 

La storia per il 17enne fermato a Lograto parla di un arresto e una condanna nel 2013 per violenza sessuale. L’allora 15enne aveva prima molestato una 40enne di Ospitaletto, poi una 29enne di Trenzano, minacciandole entrambe con una pistola giocattolo. Secondo quanto emerge a margine della fuga, nei due anni abbondanti trascorsi in carcere il ragazzo si sarebbe sempre comportato bene, tanto che la fine della detenzione era ormai vicina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ex birreria distrutta dalle fiamme: l'ipotesi di un incendio doloso

Torna su
BresciaToday è in caricamento