Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Incidente di caccia nel Lodigiano: gravissimo 63enne di Paderno

Un fucile inceppato e una pallottola difettata che esplode violentemente addosso al cacciatore 63enne, originario di Paderno Franciacorta: fiumi di sangue e un braccio compromesso, ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Pavia

Versa ancora in gravissime condizioni il pensionato di 63 anni vittima suo malgrado ieri pomeriggio di un incidente di caccia, mentre stava ‘esplorando’ le campagne del lodigiano. L’uomo, originario di Paderno Franciacorta, era in compagnia del cognato, anche lui bresciano, quando di punto in bianco una cartuccia difettosa è esplosa provocandogli profonde ferite al braccio destro.

Stava pulendo il suo fucile da caccia, un calibro 12, forse perché inceppato, ma la cartuccia è improvvisamente esplosa, facendolo cadere a terra e provocandogli gravi lesioni lungo tutto l’arto anteriore.

Urla di dolore e un vero fiume di sangue, poi il rapido trasporto con un fuoristrada in una vicina cascina, da cui sono stati avvisati i soccorsi e i volontari del 118. A nulla è servito il tentativo di rallentare l’emorragia con un laccio improvvisato.

In pochi minuti sul posto è arrivata l’autoambulanza, che ha trasportato il 63enne bresciano all’ospedale di Pavia, in Codice Rosso. Le sue condizioni sono gravi, come minimo rischia l’amputazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente di caccia nel Lodigiano: gravissimo 63enne di Paderno

BresciaToday è in caricamento