Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Firme false e doppio stipendio per 2 medici: truffa da 100mila euro

Truffa da oltre 100mila euro ai danni dello Stato: beccati due medici, marito e moglie, che operavano tra la provincia di Chieti e il lago di Garda. Ecco il meccanismo

Uno da una parte, e una dall'altra: eppure entrambi erano nello stesso posto contemporaneamente. Niente numeri di magia, solo una truffa bella e buona: per questo sono stati denunciati due medici, marito e moglie, che operavano tra Limone sul Garda e la provincia di Chieti.

La truffa ai danni dello Stato si aggirerebbe intorno ai 100mila euro: soldi che dovranno essere restituiti. La tecnica purtroppo era assai efficace, tanto che nonostante il lavoro effettivo fosse uno solo (a testa), riuscivano lo stesso a recepire un doppio stipendio.

Questo il meccanismo: il marito lavorava a Chieti, e firmava le presenze (a Chieti) della moglie. Viceversa, la moglie lavorava a Limone e firmava le presenze del marito sul Garda. Entrambi risultavano operativi in due posti diversi, e si “meritavano” dunque i due stipendi.

Due più due fa quattro: in poco meno di quattro anni, dal 2009 al 2013, avrebbero sottratto allo Stato più di 100mila euro. Sono stati beccati dalla Guardia di Finanza: oltre al danno patrimoniale, dovranno risarcire anche il danno d'immagine alle ex Asl per cui lavoravano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firme false e doppio stipendio per 2 medici: truffa da 100mila euro

BresciaToday è in caricamento