Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Limone: comandante della Locale condannato a 8 mesi di reclusione

Nei guai Saverio Santoro, comandante della Polizia Locale di Limone del Garda: per il giudice non avrebbe svolto le attività di indagine a seguito di un furto avvenuto in un negozio d'abbigliamento. Oltre alla condanna è scattata l'interdizione dal pubblico ufficio

immagine d'archivio

Rifiuto d'atti d'ufficio è questo il reato che, secondo il tribunale di Brescia, ha commesso il comandante della Polizia Locale di Limone del Garda, Saverio Santoro, condannato a 8 mesi di reclusione. Secondo il giudice non indagò su un furto commesso in un negozio di abbigliamento e non diede tempestivamente l'allarme ai Carabinieri, che avrebbero potuto avviare le ricerche dei ladri.

I fatti risalgono a cinque anni fa. Era  la notte del 28 marzo del 2012: alcuni malviventi sfondarono con un'auto la vetrina del negozio d'abbigliamento della famiglia Martinelli e arraffarono vestiti per decine di migliaia di euro. Un'ora dopo il colpo, le telecamere fisse, interne ed esterne, inquadrarono il comandante Santoro nei pressi del negozio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Limone: comandante della Locale condannato a 8 mesi di reclusione

BresciaToday è in caricamento