Limone sul Garda, reintegrato Agente della Locale

L'Agente era stato sospeso più di due anni fa per non aver segnalato tempestivamente un furto. Ma il Tribunale del Lavoro l'ha reintegrato: la sanzione, riferita a fatti del 2012, è stata comminata troppo tardi.

Foto di repertorio

LIMONE SUL GARDA - Il Tribunale ha stabilito il reintegro dell’Agente della Polizia Locale di Limone sul Garda sospeso più di due anni fa per due processi a suo carico: l’imputazione, rifiuto e omissione d’atti d’ufficio. In pratica, l’Agente era accusato di non aver segnalato tempestivamente un furto a marzo 2012. Risultato: sospensione a tempo indeterminato e stipendio dimezzato.


Ora, però, il Tribunale del Lavoro ha stabilito il reintegro dell’Agente.  Motivo, la sanzione a carico dell’Agente era stata comminata oltre un anno dopo il fatto; il Tribunale non ha inoltre ritenuto adeguate le valutazioni del Comune. Quindi nessun comportamento scorretto da parte dell’Agente, che tornerà a lavorare con stipendio pieno e con il reintegro degli arretrati. 


Procedono intanto i processi penali a suo carico. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento