rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Edolo

Stroncata da una malattia, maestra muore a 60 anni: "Lasci un vuoto enorme"

Dolore a Edolo per la prematura scomparsa di Liana Moratti: insegnate e 'colonna portante' dell'istituto comprensivo

Il suo volto e il suo sorriso resteranno bene impressi nei ricordi di intere generazioni. Così come i suoi preziosi insegnamenti e l'amore che metteva nel suo lavoro. Si è spenta, a soli 60 anni, la maestra Liana Moratti: per oltre 20 anni è stata il punto di riferimento dei bambini di Edolo e la 'colonna portante' dell'istituto scolastico dell'Alta Valle Camonica.

La storica insegnante è stata stroncata da una malattia, diagnosticata poche settimane fa, contro la quale non ha nemmeno avuto il tempo di combattere. È rimasta in cattedra fino a sabato scorso, dedicandosi con la dedizione e l'affetto di sempre agli alunni delle due classi in cui insegnava nell'anno scolastico in corso.

Il commosso ricordo del sindaco

Un'insegnante stimata dai colleghi e amata da generazioni di alunni, che in queste ore l'hanno ricordata sui social. Tra loro c'è anche l'attuale sindaco di Edolo, Luca Masneri, che ha scritto un commuovente post su Facebook

"Ci sono persone che nella vita di ognuno di noi hanno un impatto significativo, quasi decisivo. Persone che nello svolgimento del proprio lavoro, lo fanno con una passione così travolgente da instillare nell’animo di un bambino, seppur di giovane età, l’amore e la passione per lo studio e la conoscenza. Agli albori della mia carriera scolastica, questo ruolo di maestra e di guida lo ha certamente svolto la Maestra Liana Moratti. Ho sempre provato per lei quel rispetto, misto a deferenza, che si riconosce a persone speciali. Ogni anno quando mi recavo a salutare i ragazzi delle classi del nostro Istituto Comprensivo, nel rivolgere un messaggio ai suoi studenti, ho voluto sempre ricordare quanto fosse stata significativa per la mia formazione e come fossero fortunati ad averla come insegnante. Purtroppo  ci ha lasciato e il vuoto misto a senso di impotenza che tutti noi proviamo è indescrivibile. Buon viaggio Cara Maestra Liana e grazie per ciò che mi hai donato. Un abbraccio ai tutti i famigliari in questo momento di grande dolore."

Un'insegnante straordinaria

L'insegnamento per la maestra Liana era una vera e propria missione, alla quale si è dedicata con anima e corpo fino all'ultimo, come ha ricordato Giacomina Andreoli, dirigente scolastica dell'Istituto Comprensivo di Edolo, in una lettera pubblicata sul sito web della scuola:

"Intendo ringraziare Liana Moratti per quanto ha fatto. Una donna molto intelligente e sensibile, referente del plesso di Edolo, colonna portante del nostro Istituto comprensivo. Liana si è dedicata con passione alla scuola fin da giovanissima, ha guidato con professionalità il gruppo delle docenti di Edolo e si è sempre impegnata per il successo scolastico e personale di tutte le bambine e i bambini, ai quali ha voluto veramente molto molto bene! Oltre che per la sua famiglia, Liana è vissuta per la scuola, ed abbiamo avuto la fortuna di averla fino a sabato scorso presente e partecipe. In questo momento siamo tutti attoniti e senza parole per quanto è accaduto, non troviamo nemmeno le parole per consolarci a vicenda, lei le avrebbe trovate. Ai suoi alunni, quelli attuali delle classi 3A e 3B, e a tutti gli altri edolesi che sono stati suoi allievi, dico che hanno avuto la fortuna di avere un’insegnante straordinaria. Come scuola cercheremo di onorare e imitare il suo esempio."

L'ultimo saluto

Liana viene ricordata anche per la sua grande generosità: molto attiva in parrocchia, è stata volontaria in numerose realtà associative del paese. La piangono il marito Faustino, il figlio Paolo, la mamma Angiolina e la sorella Emanuela. Decine di persone sono attese per l'ultimo saluto, che sarà venerdì pomeriggio - alle 15 - nella chiesa parrocchiale di Edolo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncata da una malattia, maestra muore a 60 anni: "Lasci un vuoto enorme"

BresciaToday è in caricamento