Cronaca

Leoshpere: dal consorzio Orgoglio Brescia un’opera per Chicago

Per celebrare i 45 anni del gemellaggio tra Milano e Chicago è stata commissionata una sfera tecnologica che verrà realizzata da un team di imprese bresciane.

A due anni dai mesi roventi di Expo, il consorzio di diciotto imprese di Orgoglio Brescia riaccende i motori in vista della realizzazione di “Leoshpere”, una grande sfera super tecnologica commissionata in occasione - nel 2018 - dei 45 anni dal gemellaggio tra le città di Milano e Chicago. 

La notizia, annunciata a inizio maggio, ha trovato le più ampie conferme nei giorni scorsi, quando il sindaco della città che si affaccia sul lago Michigan, Rahm Emanuel, era in visita proprio a Milano per definire il programma di massima della ricorrenza. Scelta tra una rosa di tre differenti progetti, la sfera che verrà realizzata è ispirata agli studi di Da Vinci e del matematico Luca Pacioli sul tema della geometria tridimensionale e della “Divina Proportione”. 

Giancarlo Turati, vicepresidente della Piccola industria di Confindustria, tra gli ideatori dell’Albero della Vita di Expo, anticipa che si tratterà di una grande opera, armoniosa e “morbida” ma super tecnologica, alta ben 45 metri, all’interno della quale i visitatori potranno vivere un’esperienza di forte impatto grazie alle installazioni multimediali che verranno allestite. Il costo complessivo sarà di 15 milioni di euro, 5 in più rispetto all’Albero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leoshpere: dal consorzio Orgoglio Brescia un’opera per Chicago

BresciaToday è in caricamento