menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regolamento dei conti in Lega. Oggi potrebbe saltare Monica Rizzi

Si riunisce oggi il gruppo leghista al Pirellone, con la presenza "eccezionale" di Maroni e Calderoli. Monica Rizzi, colpevole dei presunti dossier interni per il favorire il Trota, dovrebbe lasciare l'Assessorato allo Sport

Oggi si riunisce il gruppo leghista al Pirellone, a cui, per la prima volta, prenderanno parte due triunviri del Carroccio, Maroni e Castelli.
La riunione, probabilmente, segnerà la fine dell’avventura politica di Monica Rizzi come assessore allo sport. I maroniani, infatti, sembrano decisi ad andare fino in fondo, memori dei dossier contro gli avversari interni del Trota: insomma, hanno un grossissimo conto in sospeso.

Diverse “lumbard” ne hanno già chiesto la testa esplicitamente: tra questi il vicesidaco di Brescia Fabio Rolfi e il capogruppo in Loggia Gallizioli. Di certo, la decisione non avverrà in modo indolore, dato che il fronte anti-Rizzi è tutt’altro che compatto. Beppe Donina e Silvia Razzi, rispettivamente consigliere provinciale e assessore nella giunta di Daniele Molgora, hanno dichiarato che la Rizzi non può essere accusata di nulla.

- I maroniani vogliono la testa della Rizzi. La replica: «Con Bobo duriamo 6 mesi»

Anzi, se proprio si vuol cercare un colpevole per la candidatura del Trota, “dev’essere trovato nelle segreterie stesse”, dato che l’ultima parola in proposito spettava loro.


Dopotutto, anche Maroni aveva dichiarato a Brescia che lo avrebbe votato. L’epurazione della Rizzi, da questo punto di vista, più che “fare pulizia” sembra un vero e proprio regolamento di conti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento