menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lega Nord: Umberto Bossi consegna le dimissioni

Dopo lo scandalo dei presunti soldi alla sua famiglia dalle casse della Lega, il leader maximo ha consegnato le dimissioni da segretario del partito da lui fondato: "Sono irrevocabili"

Il segretario della Lega, Umberto Bossi ha rassegnato le proprie dimissioni "irrevocabili" nel corso del consiglio federale del Carroccio. Secondo indiscrezioni la guida del partito viene affidata ad un 'triumvirato' composto da Maroni, Calderoli e Giorgetti che manterranno l'incarico molto probabilmente fino al congresso. La decisione dopo lo scandalo dei presunti soldi dalle casse del partito alla sua famiglia.

Pochi minuti dopo l'annuncio è stato impossibile accedere a Radio Padania Libera attraverso il sito. Ciò potrebbe essere stato causato da un eccessivo numero di contatti in concomitanza con la notizia e l'inizio di una trasmissione molto seguita e che tiene i telefoni aperti per i commenti dei radioascoltatori.

- Dimissioni Bossi, Maroni su Facebook: "Siamo più forti di prima"
- Lega: nella cassaforte di Belsito spunta la cartella "The Family"


"Il gesto di Umberto Bossi conferma che è un grande segretario, perché ha capito il momento. Ha la mia massima stima". E' la reazione del presidente leghista della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro. "Bossi è un uomo che ama la Lega, che l'ha creata e che ha capito - aggiunge Muraro - che è il momento di tirarsi, mi auguro momentaneamente, indietro. Se sarà dimostrato che le accuse sono una bufala potrà tornare alla guida del partito". "Spero - conclude - che ora si prenda la decisione più corretta che è quella di mettere la persona più amata alla guida del movimento, Roberto Maroni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento