rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

La fattoria degli orrori: mucche squartate e seppellite nei campi

La scoperta shock dei carabinieri dopo le indagini scattate proprio dalla denuncia del titolare dell'azienda.

Prima le ha macellate, poi le ha sepolte nel terreno della sua azienda agricola, infine ne ha denunciato la scomparsa ai carabinieri. È una storia davvero raccapricciante quella che arriva dalla sponda Veronese del Garda e ha per protagonisti il titolare di un'azienda agricola, e 15 mucche. L'area di pertinenza dell'azienda, circa mille metri quadrati, è stata passata al setaccio dai carabinieri insieme ai colleghi del nucleo forestale.

Il blitz e le indagini

Durate il blitz sono stati trovati i resti di 15 mucche, di cui l'agricoltore, un 69enne di Ponti sul Mincio le cui iniziali sono F.G., aveva denunciato la scomparsa, agli inizi del mese di febbraio ai carabinieri di Lazise. Data la particolarità della denuncia, i militari hanno assecondato la richiesta dell'uomo e hanno preso tempo per approfondire le reali motivazioni dell'inusuale smarrimento.

Non troppo tempo dopo, il personale dall'Ulss 9 Scaligera ha fatto sapere che F.G. aveva denunciato lo smarrimento per giustificare la sparizione dei capi di bestiame. Il titolare dell’azienda agricola non ha, infatti, l'autorizzazione alla macellazione di animali e per eludere il controllo sanitario sugli animali da parte dell'Ulss, non sapendo come giustificare in altro modo la mancanza delle bestie, ne aveva denunciato la scomparsa. 

La scoperta shock

L'indagine congiunta ha permesso di chiarire il mistero della sparizione delle mucche. Il titolare dell’azienda avrebbe verosimilmente macellato alcune delle sue bestie mentre altre, a suo dire, sarebbero morte. Lui le ha così sotterrate in una porzione di terra nella sua disponibilità, contravvenendo però ai regolamenti sullo smaltimento delle carcasse di animali.

Al termine delle attività investigative, è scattato il sopralluogo da parte dei militari operanti e degli ispettori sanitari, che hanno rinvenuto i resti di numerosi animali, sotterrati sotto cumuli di letame e terra. Inoltre sono stati trovati anche rifiuti di altro genere come materiali plastici. All'uomo si contestano i reati di smaltimento abusivo di carcasse animali e altri rifiuti inquinanti, come plastiche e residui di gomma. È stato deferito anche per aver dichiarato il falso in denuncia. Verranno ora eseguiti ulteriori accertamenti e l'area sequestrata dovrà essere bonificata.

Fonte: Veronasera.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fattoria degli orrori: mucche squartate e seppellite nei campi

BresciaToday è in caricamento