menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

In casa e in auto 23 chili di "coca": maxi-sequestro da oltre 6 milioni di euro

Arrestati due giovani fratelli residenti a Bolzano ma domiciliati a Lazise: in casa e in auto nascondevano cocaina per oltre 6 milioni di euro

Decine di migliaia di euro in contanti e oltre 23 chilogrammi di cocaina, che sul mercato avrebbe potuto fruttare più di 6 milioni: sono questi i numeri del maxi-sequestro portato a termine sul lago di Garda dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Peschiera, intervenuti pochi giorni fa intercettando una coppia di giovani fratelli di nazionalità albabnese, di 30 e 34 anni, entrambi arrestati e già trasferiti in carcere a Montorio, Verona.

Il più giovane dei due era stato intercettato mentre usciva da un residence di Lazise a bordo di un'auto di grossa cilindrata: alla vista dei militari avrebbe cercato di allontanarsi in tutta fretta. I carabinieri non sono riusciti a raggiungerlo subito, ma hanno preso la targa e subito segnalato l'auto ai colleghi.

In auto un chilo di "coca", in casa altri 22

La vettura è stata fermata all'ingresso del casello di Peschiera: il conducente, 30enne di Bolzano ma domiciliato a Lazise, si è tradito per la troppa agitazione. Così dalla successiva perquisizione è stato prima recuperato circa un grammo di “coca”, nascosta nel posacenere posteriore, e poi addirittura un chilo di droga, infilato in un doppio fondo nel vano portabagagli: è qui che sono stati recuperati anche 73.500 euro in contanti, in banconote di vario taglio custodite in tre buste.

Le circostanze hanno convinto i militari a proseguire la perquisizione anche all'interno del residence dove il 30enne era stato avvistato la prima volta. Il fratello 34enne avrebbe cercato di allontanarsi, ma è stato subito fermato: in casa nascondeva altri 20 involucri di cocaina, per un peso complessivo di oltre 22 chili, occultati nel sottofondo di un tavolo. Anche per lui, inevitabili, le manette.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento