Lavenone: tre in manette per spaccio e ricettazione

Ad essere arrestati tre cittadini marocchini di 29, 35 e 38 anni. Nel loro appartemento trovati 40 grammi di coca e mezzo chilo di hashish

I carabinieri della compagnia di Salò hanno arrestato a Lavenone tre cittadini marocchini di 29, 35 e 38 anni per detenzione a fine di spaccio di stupefacente, ricettazione, detenzione di marchi contraffatti e introduzione nello Stato di prodotti con segni falsi.

I tre nascondevano nel loro appartamento, in un'intercapedine del tetto, quasi un chilo di hashish suddiviso in panetti, che spacciavano in Valle Sabbia.

Sequestrati anche 40 grammi di cocaina. I militari, arrivati all'abitazione dei tre stranieri tramite diverse segnalazioni di acquirenti di stupefacente, hanno trovato anche decine di trapani, flessibili e attrezzi per la lavorazione del legno e del ferro, tutto materiale rubato da una ditta di Vestone.

I tre nascondevano anche uno stock di stoffe e oltre 10 mila loghi contraffatti. Per i militari si trattava di un vero laboratorio per la contraffazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento