menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I clienti del bar: «Bagnolo non merita una come Laura Maggi!»

Abbiamo incontrato la sexy barista del Le Cafè di Via Solferino. Locale sempre pieno, clienti di tutte le età, rigorosamente di sesso maschile. Insieme a lei la sorella Cristina, un altro ottimo motivo per fermarsi

“Questo paese non vi merita!”. I clienti del Non Solo Tabacchi Le Cafè di Bagnolo Mella sembrano proprio dei veri affezionati, la cara Laura Maggi può dormire sonni tranquilli. Ormai la conoscono tutti, e se prima il via vai era sopra la media ora batte tutti i record, anche nei dintorni: aperto tutti i giorni (ma solo fino alle 20), quando arriva venerdì il locale si trasforma, pieno fino all’inverosimile di clienti di tutte le età, rigorosamente di sesso maschile.
- Laura Maggi: «Le donne del paese sono solo invidiose»


“Il venerdì sono l’unica cliente donna – ci racconta Wilma, frequentatrice abituale del bar di Via Solferino – ma devo dire che questo è uno dei pochi locali in cui si fa fatica ad entrare. Io vengo qua, spesso con il mio compagno, ballo e mi diverto, non ci vedo niente di male. Laura la capisco fino in fondo, ho fatto anch’io la barista per molti anni, anche io mi vestivo in un certo modo per farmi guardare, per attirare clienti. Tutta questa polemica non serve a nulla, lei fa solo il suo lavoro, e anche bene. E’ una ragazza dolce e sincera, non come tutte quelle mezze suore di Bagnolo che invece di arrabbiarsi dovrebbero essere contente. Se i loro uomini vengono qua spesso di sicuro sono più stimolati, e magari combinano qualcosa a casa”.

 

GUARDA L'INTERVISTA A LAURA MAGGI, LA BARISTA PIU' INVIDIATA D'ITALIA

 

Anche la polemica di paese la conoscono tutti, le mogli e le fidanzate gli abitini di Laura non li sopportano proprio. Gonne molto corte, vestitini provocanti, scollature generose. E se non vi bastasse oltre a Laura c'è un'altra barista molto sexy, sua sorella Cristina. Due in un colpo solo, niente male: “Ma noi siamo caste, siamo bravissime! – ci spiega proprio Cristina – In questo periodo gli affari vanno benissimo, abbiamo clienti che vengono anche da molto lontano. Ma il nostro è solo un gioco, qualche sguardo e niente più, sono gli uomini che ci cascano”. Se Laura è già una star a Cristina poco ci manca, e ora non è più così remota l’idea di vederle insieme in un nuovo calendario tutto da sfogliare, magari l’anno prossimo.


I clienti abituali ci rassicurano, questo locale è fantastico, non ci sono mai stati problemi. “Laura è una persona corretta che sa fare il suo lavoro – aggiunge Maurizio di Bagnolo, amico da anni della sexy barista – Si comporta semplicemente come ogni barista carina dovrebbe fare, sa farsi rispettare senza superare il limite. Non ha mai provocato nessuno, quello che fa lo fa con coscienza, e solo per aumentare l’interesse verso il suo locale. E’ una ragazza generosa, è diplomata, è una ragazza con la testa, piena di vita. Non immaginate nemmeno quanti clienti ha aiutato, a quante persone ha dato una mano”.

- Da Bagnolo all'Honduras, Laura Maggi: «Sogno l'Isola dei Famosi»

Forse in paese c’è un po’ troppa invidia. “A tutte queste mogli e queste fidanzate vorrei ricordare che anche loro quando vanno a ballare si tirano, si mettono la minigonna. E lo fanno solo per farsi vedere, lontano dai mariti e dai fidanzati. Non è forse peggio?”. Domanda lecita, forse anche la risposta la sappiamo già tutti. Ma le due ragazze che ne pensano? Ora sono famose, di certo questo ha fatto un gran bene al Le Cafè, la pubblicità è l’anima del commercio.

“Tutta questa pubblicità non può che farci piacere –scherzano le due sexy bariste – e tutte queste polemiche non ci interessano, stiamo solo gestendo il nostro bar come meglio crediamo. Lavoriamo bene, ci divertiamo sempre, e i risultati penso che si vedano. Il nostro è un bar come gli altri, siamo brave e carine”. Le reginette di Bagnolo adesso sono proprio loro, Laura e Cristina Maggi. E al bar le difendono tutti, le voci di paese sono solo voci di paese. Ma un anonimo habitué ci prende in disparte e con un sorriso ci rivela un piccolo scoop: “Guardate che qui a Bagnolo Laura e Cristina sono le uniche brave ragazze. Le altre parlano e parlano, e poi magari sono le prime che si scatenano non appena il marito si gira”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento