menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubava soldi a genitori e bambini della scuola: dovrà restituire 25.000 euro

Consegnato il primo assegno, in tutto saranno cinque da 5mila euro ciascuno: nei prossimi mesi la verifica che i debiti vengano effettivamente pagati

Cinque assegni da 5000 euro ciascuno per risarcire almeno in parte i soldi rubati ai genitori e ai ragazzi della scuola Lana-Fermi di Via Guido Zadei a Brescia, oggi parte dell'Istituto comprensivo Nord 1: l'autore del deprecabile gesto, che in pochi mesi era riuscito a far sparire ben 38mila euro, un insospettabile papà che ora è finito a processo.

La notizia delle ultime ore è che tra le parti si sarebbe trovato un accordo, forse definitivo: il papà truffaldino risarcirà in tutto 25mila euro al Comitato genitori, coloro insomma che all'epoca (era il 2016) gli avevano affidato la gestione della tesoreria. Non è tutto, ma è qualcosa: i soldi verranno versati con cinque assegni da 5mila euro ciascuno.

Adesso sarà da vedere se saranno coperti: questo il dubbio avanzato a margine del processo dagli altri genitori e dai loro legali. Per questo è stata convocata un'udienza cosiddetta “interlocutoria”, durante la quale – tra un paio di mesi, il 17 dicembre – saranno verificati gli effettivi pagamenti, cioè se i soldi ci sono oppure no.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid bollettino Lombardia 7 maggio: tutti i dati

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento