rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Calcinato

“Strangolata da qualcuno di cui si fidava”: così è morta la giovane Lala

Ultimi aggiornamenti sulla tragedia di Manchester: la giovane Lala Kamara di Ponte San Marco sarebbe stata strangolata da due persone che conosceva

A Manchester è già arrivato il papà Aliou Kamara, che rimarrà ancora qualche giorno in Inghilterra. La salma della giovane non potrà lasciare il Paese prima di una decina di giorni. Ma già questo sabato, in uno stabile di Via Molini a Lonato, la famiglia ha organizzato una cerimonia religiosa per ricordarla (dalle 10 alle 17).

Una vita sul lago di Garda

A Ponte San Marco, dove Lala è cresciuta, l’incredulità è tanta. In casa l’aspettavano la madre, disperata, il fratello più grande Ibrahim, di un anno più grande, il fratellino più piccolo che di anni ne ha soltanto 5. Aveva lasciato un segno indelebile anche da noi: aveva studiato a Desenzano del Garda, all’istituto Bazoli-Polo.

Aveva poi lavorato anche in un locale in piazza a Lonato. Ma da circa tre anni si era trasferita in Inghilterra, prima a Londra (come ragazza alla pari) e poi a Manchester. Sognava di realizzare se stessa, di costruirsi un futuro. Da vera cittadina del mondo, giovane viaggiatrice dei nostri tempi. Un sogno spezzato dalla crudele realtà.

Il ricordo degli amic

Di lei rimarranno tanti ricordi, più forti del tempo che passa. Le sue fotografie sui social, i sorrisi contagiosi che raccontano gli amici. “Oggi sono qui a dovermi far forza da sola - scrive l’amica Sally su Facebook - A dover guardare la tua foto su tutti i giornali e a chiedermi perché. Voglio ricordarti così: semplice, sorridente, solare. Eri speciale, veramente speciale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Strangolata da qualcuno di cui si fidava”: così è morta la giovane Lala

BresciaToday è in caricamento