menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Strangolata da qualcuno di cui si fidava”: così è morta la giovane Lala

Ultimi aggiornamenti sulla tragedia di Manchester: la giovane Lala Kamara di Ponte San Marco sarebbe stata strangolata da due persone che conosceva

La giovane Lala Kamara è stata strangolata: uccisa per essere derubata, da due persone che forse conosceva e di cui probabilmente si fidava. Sono queste le ultime evidenze che emergono dalle indagini, in corso, a cura della polizia inglese e di cui presto si occuperà anche la Procura bresciana, che ha già aperto un fascicolo contro ignoti.

In realtà due fermati già ci sono: due ragazzi di 21 e 25 anni, come Lala anche loro di origini senegalesi, uno di loro sarebbe parente di una delle due coinquiline con cui la ragazza di Ponte San Marco divideva l’appartamento, in un palazzo in zona Denton Court, a Manchester. La città dove la 26enne lunedì avrebbe dovuto cominciare il suo nuovo lavoro da infermiera.

Le indagini sull’omicidio

Il sogno europeo, questa volta oltremanica, spezzato dalla furia cieca della fame di denaro. Una rapina finita male: è questa l’ipotesi su cui stanno lavorando gli inquirenti. L’allarme è stato lanciato sabato, intorno alle 22.30: a quanto pare sarebbe stata la sua coinquilina a chiamare i soccorsi.

Quando l’ambulanza è arrivata, ormai era troppo tardi. Il cuore di Lala non ha mai ricominciato a battere. Le indagini subito a una svolta: fermati i due giovani che la ragazza già conosceva. Sul suo corpo sono stati riscontrati segni sul collo, compatibili con una morte per strangolamento. Si attendono comunque gli esiti definitivi dell’autopsia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento