Trainato dal motoscafo, giovane padre viene inghiottito dalle acque del lago

Potrebbe essere annegato a una profondità di 150 metri: senza esito, per ora, le ricerche del 30enne olandese Hendrik Van Homme

Chi lo sta cercando, in qualche modo l'ha già detto: impossibile ritrovarlo vivo. E' passato troppo tempo dalla sua scomparsa: tutto è possibile, certo, ma il filo della speranza non è mai stato così sottile. Proseguiranno ancora per 48 ore, comunque, le cosiddette “ricerche di soccorso”: sul lago d'Iseo sono impegnati Vigili del Fuoco e Carabinieri.

Un'altra tragedia, a pochi giorni dalla morte del giovanissimo Vitor Hugo Conceicao Viera, annegato a largo di Sale Marasino. Un'altra croce dalle acque del Sebino: in queste ore si cerca il 30enne olandese Hendrik Van Homme, turista in vacanza con la famiglia, la moglie e i due figli (di 3 e 5 anni) e altri parenti e amici.

Turista scomparso: si cerca da Pisogne a Castro

Erano tutti e quattro insieme al cognato, in barca, quando martedì pomeriggio hanno lasciato il campeggio Eden, dove alloggiano da qualche giorno. A bordo di un motoscafo a motore, Hendrik si era agganciato a una ciambella salvagente, gonfiata ad aria. Ma quello che doveva sembrare un gioco innocuo si è invece trasformato in una trappola mortale.

Da Pisogne in direzione di Castro, all'altezza del Bògn di Riva di Solto, dove l'acqua è profonda fino a 150 metri. E' questa la zona in cui Van Homme potrebbe essere disperso. Potrebbe aver mollato la presa per via di un malore, o per la difficoltà di rimanere agganciato al motoscafo in movimento.

Ricerche di soccorso fino a giovedì

Sta di fatto che di lui non si sa più nulla, per ora. Anche i familiari non sono stati in grado di “misurare” con precisione il luogo della scomparsa. Non se ne sarebbero accorti subito: lui non avrebbe nemmeno gridato, per chiamare aiuto. Le ricerche proseguiranno ancora mercoledì e giovedì, poi si deciderà il da farsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Martedì pomeriggio si è levato in volo anche l'elicottero, per una ricerca di superficie. Nelle prossime ore sono attesi anche i sommozzatori. Il campeggio Eden e la comunità di Pisogne si stringono ai familiari disperati per la scomparsa del carico Hendrik. A margine della tragedia, le autorità fanno sapere che su tutto il Sebino è vietato il traino di gonfiabili, salvo ulteriori indicazioni, perché troppo pericoloso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

Torna su
BresciaToday è in caricamento