rotate-mobile
Cronaca Sulzano

Bagno al lago, poi il dramma: ragazzo annega sotto gli occhi di mamma e sorella

Il corpo recuperato a circa cinque metri di profondità

In pochi minuti era già stata allestita una squadra per cercare di salvarlo. Le ricerche si sono concluse però nel peggiore dei modi, meno di due ore più tardi. Il corpo del giovane marocchino è stato recuperato poco prima delle 21: si è era inabissato a non più di quattro o cinque metri di profondità, a meno di una ventina di metri di distanza dalla riva.

Inutili i tentativi di rianimarlo: purtroppo non c'è stato niente da fare. La salma è a disposizione dell'autorità giudiziaria. La madre e la sorella sono state ricoverate in ospedale, in stato di shock. Abitavano tutti insieme a Polaveno, erano sul Sebino per una domenica di relax. Il ragazzo aveva solo 22 anni, lavorava come cameriere alla trattoria La Madia di Brione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagno al lago, poi il dramma: ragazzo annega sotto gli occhi di mamma e sorella

BresciaToday è in caricamento