Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Il lago d'Iseo sommerso dai detriti: in acqua 400 tonnellate di legname e rifiuti

In pochi giorni più di 400 tonnellate di materiale – tra cui legname, plastica e carcasse di animali – si sono riversate nelle acque del lago d'Iseo

Lago d'Iseo, i detriti portati dalla piena

In pochi giorni più di 400 tonnellate di materiale – tra cui legname, plastica, polistirolo e pure carcasse di animali – si sono riversate nelle acque del lago d'Iseo, trascinati a valle dalla piena del fiume Oglio causata dalle tempeste del fine settimana in tutta la Valle Camonica. In queste ore i dipendenti della società Mpl (Manutenzione promozione laghi d'Iseo, Endine e Moro, società strumentale dell'Autorità di Bacino) con l'ausilio del celebre “battello spazzino” stanno lavorando a pieno regime per il recupero del materiale.

Più di 1.000 tonnellate di materiali nel lago

Una volta raccolto, sarà depositato a riva in località Pizzo, a Costa Volpino: da qui verrà caricato e infine trasportato fino a Chiari, alla Staff srl, dove si provvederà allo smaltimento. Le 400 tonnellate di questi giorni si vanno ad aggiungere alle altre centinaia – in tutti si stimano quasi 1.000 tonnellate – di materiale finito nel lago a seguito dei temporali della scorsa estate.

“I danni causati dal meteo sono un problema per tutto il territorio – commenta Alessio Rinaldi, presidente dell'Autorità di Bacino – ed è giunta l'ora di affrontarlo. Serve un tavolo di lavoro per capire quale sia la strategia adatta ad affrontare queste situazioni, ormai all'ordine del giorno”. Tra le proposte anche quella di una pulizia preventiva dell'alveo del fiume Oglio. Nel frattempo è stata emessa una nuova ordinanza per “cauta navigazione” su tutto il Sebino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lago d'Iseo sommerso dai detriti: in acqua 400 tonnellate di legname e rifiuti

BresciaToday è in caricamento