Pazza idea sul Sebino: un ponte di 1600 metri verso Montisola

E' l'eccentrico progetto di Christo, artista americano noto per aver 'impacchettato' il parlamento tedesco, la Porta Pinciana di Roma, il Ponte Nuovo di Parigi. Sul lago d'Iseo un ponte da 1600 metri tra Sulzano e Montisola

Nella foto sopra, Montisola e il lago d'Iseo. In fondo all'articolo, il Bundestag 'impacchettato'

Un ponte lungo più di un chilometro e mezzo e che potrebbe collegare Montisola e Sulzano, sul lago d’Iseo. Probabilmente soltanto un’utopia, ma di certo assai suggestiva: partorita dalla geniale mente di Christo Vladimirov Jachacheff (conosciuto semplicemente come ‘Christo’), architetto e artista americano di 79 anni già noto alle cronache mondiali per aver ‘impacchettato’ il Bundestag di Berlino o la Porta Pinciana di Roma.

Nel suo curriculum decine e decine di opere ‘rumorose’, le cosiddette opere della ‘land art’, arte su grande scala, insieme alla moglie Jeanne Claude Denat de Guillebon. Negli anni ’80 i due arrivarono a coprire di rosa le isole di Miami.

Per ora è solo un’idea. Nata forse per caso, a seguito d’improvvisa ispirazione: un doppio ponte galleggiante, lungo circa 1600 metri e largo come minimo 5, e che potrebbe ‘agganciarsi’ tra quattro diversi porti. Peschiera e Sulzano da una parte, Sensole e San Paolo dall’altra.

Non sarebbe un ponte vero, quanto piuttosto una mastodontica (e solo temporanea) opera d’arte: non percorribile a piedi dunque, ma ben visibile anche a chilometri e chilometri di distanza. Un’occasione straordinaria per lasciare un segno indelebile nella storia dell’arte e, ovviamente, dello stesso lago d’Iseo.

Ad oggi, comunque, sono solo parole. L’artista a stelle e strisce (ma nato e cresciuto in Bulgaria) avrebbe già preso i contatti proprio con i sindaci di Sulzano e Montisola. Garantendo loro che non dovrebbero sborsare un soldo: come il suo passato insegna, Christo si è sempre ‘arrangiato’, trovando sulla sua strada interessati sponsor e mecenati.

Utopia per utopia, tanto vale crederci. Almeno per qualche giorno, o per qualche settimana. E non si sa mai che anche nel cuore della Valcamonica non si apra una pagina inedita, per un altrettanto inedito slancio artistico e turistico. In questo caso mastodontico davvero, come le opere di Christo insegnano, e davvero indimenticabile.

Berlino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento