Stessa spiaggia, stesse multe: ancora i nudisti sul Garda

Quattro denunce per atti osceni in luogo pubblico, e nove multe per aver violato l'ordinanza del sindaco che vieta il nudismo

Ormai è conosciuta come "la spiaggia dei nudisti", anche se in realtà non si può. Nonostante, puntualmente, gli agenti della Polizia locale compiano sopralluoghi per stanare i trasgressori, gli amanti dell'abbronzatura integrale (e, forse, della trasgressione a riva del lago) ogni anno tornano a popolare la spiaggia sotto la Rocca di Manerba. 

Nel sopralluogo effettuato dagli agenti nel pomeriggio di ieri sono state complessivamente 13 le contravvenzioni staccate. Le multe più salate a carico di quattro uomini denunciati per atti osceni in luogo pubblico (la contravvenzione va dai 5 ai 30mila euro), mentre altri nove turisti sono stati semplicemente multati per la violazione dell'ordinanza che vieta ogni forma di nudismo in tutto il Parco della Rocca e del Sasso di Manerba.   

Le altre zone del lago famose per la presenza di turisti in tenuta adamitica sono la spiaggia di Capo Reamol a Limone e la spiaggia del Canneto tra Desenzanino e Lonato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento