Benaco, dermatite per 25 bagnanti. Asl: "Fenomeno naturale"

Per l'Azienda sanitaria, si tratta di un fenomeno naturale conosciuto fin dagli anni '90, dovuto un parassita degli uccelli acquatici e delle lumachine presenti nel lago di Garda

La spiaggia del Desenzanino

Stando a quanto dichiarato dall'Asl, i 25 bagnanti ricoverati per una fastidiosa dermatite - dopo un bagno domenicale nelle spiagge del Desenzanino e di via Seselle a Manerba - sarebbero vittime di un fenomeno naturale: "I bagnanti, immergendosi nel lago, si sono inseriti all'interno di un fenomeno naturale, fastidioso ma del tutto benigno e transitorio, conosciuto sin dagli anni '90 - si legge in un comunicato -. Il fenomeno è presente nell'ecosistema lago di Garda con dinamiche e periodicità del tutto simili a quelle degli altri laghi europei".

Per loro comunque nessuna conseguenza, e la fastidiosa irritazione è passata rapidamente, anche se per alcuni è stato necessario un trattamento a base di pomate al cortisone e antistaminici.

Il colpevole dell'intenso prurito è un parassita degli uccelli acquatici e delle lumachine di lago, che - in caso di caldo intenso - può diventare "aggressivo", ma comunque senza gravi rischi per la salute umana. L'Asl consiglia semplicemente di evitare i tuffi "durante le ore più calde e luminose" e di fare la doccia appena usciti dall'acqua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pranzo in trattoria, 280 euro di multa a 26 operai: "Come possono mangiare al gelo?!"

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento