Cronaca Lungolago Cesare Battisti

Lago di Garda: puzza e acqua marrone, stop alla balneazione

Il divieto è stato disposto a seguito delle analisi Asl. Esclusa la mano dell'uomo. Si tratta probabilmente di un'alga marcita in superficie dopo essere fiorita sul fondo

L'acqua marrone e una puzza insopportabile nell'aria. E' scattato il divieto di balneazione sul lago di Garda, nel tratto di costa che va da Desenzano e San Felice. Negli ultimi giorni un'alga è marcita, creando grandissimo disagio - l'odore è davvero insopportabile - tra turisti e residenti.

Sembra si tratti di una pianta fiorita sul fondo, probabilmente a causa dell'inverno mite e delle temperature elevate dell'ultimo periodo. Le analisi dell'Asl hanno subito escluso cause umane. Nessun svernamento chimico o di liquami, come era invece successo lo scorso anno all'altezza del Rio Maguzzano.

Nonostante sia stato disposto lo stop alla balneazione, Paolo Simoni - presidente dell’Unione dei Comuni della Valtenesi - cerca di tranquillizzare i cittadini allarmati, sostenendo che basterebbe un temporale per riportare la situazione alla normalità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di Garda: puzza e acqua marrone, stop alla balneazione

BresciaToday è in caricamento