Auto precipita per centinaia di metri, morto il pasticcere Jannes Possi

L'allarme è stato lanciato la moglie, che giovedì sera non l'ha visto rientrare a casa: il corpo senza vita di Jannes Possi è stato ritrovato nella notte

Foto d'archivio

Le ricerche purtroppo si sono concluse rilevando una tragedia. Mancava da casa da parecchie ore, la moglie aveva lanciato l'allarme perché non l'aveva più visto rientrare: l'hanno trovato senza vita giovedì notte ancora nella sua auto, precipitato per centinaia di metri in un burrone. Ora si cerca di capire cosa sia successo.

La vittima è il 46enne Jannes Possi, residente a Brescia, il titolare della nota pasticceria Possi di Concesio. Nel pomeriggio era in zona, tra il Passo Baremone e il Maniva, probabilmente per fare delle consegne: sarebbe stato avvistato per l'ultima volta intorno alle 15.

Passano le ore, e a casa non ritorna. La moglie preoccupata ha allertato il 112, poco dopo le 20.30 di giovedì: una situazione che si è fatta subito complicata, per i forti temporali che hanno colpito la provincia. Non si esclude che proprio il maltempo, la pioggia e la scarsa visibilità l'abbiano fatto finire fuori strada.

Ricerche serrate, fin da subito: sul posto la centrale operativa ha organizzato squadre di Carabinieri, Vigili del Fuoco, gli operatori del Soccorso Alpino, l'elisoccorso per le ricerche dal cielo (ma che è dovuto rientrare a causa del forte vento e della scarsa visibilità).

In piena notte le ricerche si sono concluse: il Fiat Fiorino di Jannes Possi è stato ritrovato in fondo a un precipizio, subito dopo il Passo Baremone sulla strada che porta al Passo della Berga, già in territorio di Lavenone. Sarebbe precipitato per quasi 500 metri. Non è stato facile recuperare il corpo: sarà messo a disposizione della magistratura per l'autopsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento