Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Centro / Corso Giuseppe Zanardelli

Malore improvviso, barista bresciano trovato morto in camera da letto

Aveva 76 anni Ivan Nevola, storico gestore del Coffee Shop di Corso Zanardelli a Brescia: è morto in albergo a Caorle, mentre era in vacanza

Era appena arrivato nella sua amata Caorle, all'hotel Villa dei Dogi dove si fermava sempre, in compagnia della moglie e della famiglia: ma tempo un paio d'ore ed era già morto. Questo il triste destino di Ivan Nevola, 76 anni, storico barista bresciano e gestore del celebre Coffea, il Coffee Shop di Corso Zanardelli, in città.

A trovarlo esanime sul letto è stata la moglie Carla, sabato scorso intorno alle 14: erano arrivati in albergo solo un paio d'ore prima. Ha chiesto subito aiuto alla nipote, che è infermiera, e poi ha chiamato i soccorsi: a nulla sono valsi, purtroppo, i disperati tentativi di rianimalo. E' morto per via di un infarto, niente da fare.

Era considerato lo specialista del caffè: Nevola aveva cominciato giovanissimo a lavorare, insieme al padre in una torrefazione a Cellatica. Il papà aveva poi aperto, agli albori degli anni Sessanta, lo storico locale che prosegue ancora oggi. Oltre all'amata moglie lascia anche i figli Alberto, Daniele e Federico, che continueranno con la gestione del bar e nella vendita di caffè.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore improvviso, barista bresciano trovato morto in camera da letto

BresciaToday è in caricamento