rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca Gussago

Caduta fatale con la bici: morto dopo cinque giorni di agonia

La ruota della mountain bike è finita in una buca non segnalata

Dopo il pranzo di Pasqua è uscito in bici con la sorella Sara e il fidanzato di lei, Ugo. Quella che era una tranquilla escursione tra i filari della Franciacorta si è trasformata in una tragedia: Ivan Colosio, 27 anni, residente a Gussago, è deceduto ieri a causa delle gravi ferite riportate nella caduta di domenica. 

I fatti. Dopo pranzo Ivan in sella alla sua mountain bike, in compagnia di Sara e Ugo, è partito da Gussago per un giro in Franciacorta. Giunto in via Cadenone, a Passirano, stava costeggiando un vigneto - su fondo di erba (in un primo momento sembrava che la caduta fosse avvenuta sull'asfalto) - quando la ruota anteriore è finita in una buca (o una grata) coperta da assicelle di legno, a quanto pare non segnalata. La caduta è stata rovinosa: seppur Ivan indossasse il caschetto, ha perso conoscenza immediatamente.  

In attesa dei soccorsi - giunti dopo 15 minuti, in volo, da Bergamo - il cognato e la sorella hanno praticato un massaggio cardiaco al cuore di Ivan, che si era fermato. Al suo arrivo in ospedale, il Papa Giovanni XXIII di Bergamo, le sue condizioni erano critiche a causa soprattutto della frattura di una vertebra. Ieri, dopo cinque giorni di Sala Rianimazione, il cuore ha definitivamente smesso di battere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caduta fatale con la bici: morto dopo cinque giorni di agonia

BresciaToday è in caricamento