Cronaca

Al volante di un'auto rubata, la folle (e pericolosissima) fuga a 160 chilometri orari

Inseguimento da brividi nella Bassa Bresciana nella mattinata del primo maggio

Foto d'archivio

Al volante di un'auto rubata, ha incrociato sulla sua strada i carabinieri: alla vista della paletta ha schiacciato l'acceleratore, provando a seminare i militari. Una fuga a folle velocità con punte fino a 160 km/h, durata parecchi chilometri: tallonato dalle gazzelle dell'Arma, ha attraversato diversi paesi della Bassa viaggiando ben oltre i limiti. Manovre azzardate e sorpassi: per fortuna nella corsa per sfuggire ai militari non ha provocato incidenti e nessun automobilista è stato coinvolto.

L'inseguimento da brividi è andato in scena nella mattinata del primo maggio tra Isorella e Acquanegra. Solo nel comune del mantovano i militari della stazione di Isorella, e quelli della compagnia di Desenzano giunti in supporto, sono riusciti a bloccare la macchina, risulta rubata, e a fermare il conducente: un uomo di origini balcanica. La sua fuga è durata in tutto 30 minuti. Sono in corso gli accertamenti per capire se a bordo del veicolo ci fosse anche della droga o della merce rubata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al volante di un'auto rubata, la folle (e pericolosissima) fuga a 160 chilometri orari

BresciaToday è in caricamento