Isorella: cani mutilati nell’allevamento abusivo, 40 sequestri

Blitz di Guardie Ecozoofile e Guardia di Finanza in un allevamento di Isorella: sequestrati 40 cani tra cui 25 cuccioli. A molti di loro erano già state eseguite mutilazioni a coda e orecchie, pratica vietata dalle legge

Un cucciolo di pastore

Una quarantina di cani, in maggioranza pastori dell’Asia centrale, posti sotto sequestro dalle Guardie Ecozoofile e dalla Guardia di Finanza di Brescia. In un allevamento di Isorella, probabilmente in parte abusivo, dove i proprietari non rispettavano le norme sanitarie, fino a mutilare gli animali. Oltre a questo, vendevano gli animali in ‘nero’, non pagando uno straccio di tasse.

Il blitz è andato in scena lo scorso lunedì. Secondo le Guardie Ecozoofile nell’allevamento si perpetravano maltrattamenti, anche nei confronti dei cani più piccoli. All’elenco dei sequestri non mancano infatti circa 25 cuccioli, oltre ad un molosso da 60 chili di peso.

Gli animali venivano sottoposti a mutilazioni estetica, causa coda e orecchie troppo lunghe. Appendici giudicate controproducenti per la vendita, e dunque brutalmente tagliate. Violando così la normativa italiana (ed europea) che da tempo vieta la pratica delle mutilazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

Torna su
BresciaToday è in caricamento