Cronaca

Botte alla compagna, i carabinieri la trovano ancora sanguinante

L'uomo è stato arrestato e portato in carcere

Foto d'archivio (web)

Per chissà quanto tempo ha picchiato la sua donna: i carabinieri l'hanno trovata con il braccio ancora tumefatto e sanguinante. Per questo è stato arrestato un giovane classe 1989 residente a Iseo: è accusato di maltrattamenti, che sarebbero stati perpetrati a lungo nei confronti della convivente, 37 anni. 

Le indagini scattate dopo il referto medico

I militari erano già sul pezzo: alla fine di giugno, infatti, avevano ricevuto il referto medico di una donna che riportava dei traumi a seguito di volenze domestiche. Da qui la decisione di far intervenire il Nucleo radiomobile. Nel corso di una visita di controllo nell'abitazione della coppia, i carabinieri hanno notato delle escoriazioni ancora "fresche" sul braccio della donna: la 37enne, con tono sottomesso, ha cercato di minimizzare l'accaduto.

Percepita la situazione di pericolo, i militari della stazione di Iseo hanno proceduto all'arresto dell'uomo. Il fermo è stato convalidato, e il 32enne è già stato trasferito in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte alla compagna, i carabinieri la trovano ancora sanguinante

BresciaToday è in caricamento