Cronaca

Utero in affitto, coppia di Iseo condannata a cinque anni

I due coniugi bresciani sono stati condannati per l'alterazione dello stato civile di due gemellini nati in Ucraina nel 2011

Il tribunale di Brescia ha condannato a cinque anni e un mese, per alterazione dello stato civile, una coppia di Iseo  che secondo i giudici avrebbe partorito in Ucraina due gemelli con una fecondazione eterologa attraverso l'impianto del seme dell'uomo nell'ovulo di una donna ucraina.

L'esame del Dna ha stabilito che i due bambini sono effettivamente solo figli dell'uomo, un cinquantenne bresciano, ma non della moglie, anche lei bresciana. Nel corso del processo la coppia ha sempre negato la tesi della Procura di Brescia con la donna che ripetutamente ha dichiarato di aver partorito lei i due bambini, nati in Ucraina nel maggio del 2011.


La madre dei due gemelli é stata anche sottoposta ad una perizia medico legale per la presenza di un taglio addominale che per la donna sarebbe il segno del parto cesareo. I medici non sono stati in grado di stabilire l'effettiva natura e il Tribunale ha trasmesso gli atti del processo alla Procura per capire se un medico possa aver favorito la coppia nel compiere il reato, simulando un finto parto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Utero in affitto, coppia di Iseo condannata a cinque anni

BresciaToday è in caricamento