Cronaca

Allarme bocconi avvelenati, morto un cane lupo: "E' spirato tra le mie braccia"

Un altro allarme "esche killer" in provincia, questa volta a Iseo: negli ultimi giorni sarebbero morti vari cani. La strada incriminata è quella della Pròai Golem

Esche killer (foto d’archivio)

Esche killer, bocconi avvelenati: in provincia un'emergenza senza fine. Un altro allarme è stato lanciato solo pochi giorni fa dalle sponde del lago d'Iseo: non lontano dalle vie del “capoluogo” sarebbero già morti alcuni animali. E il problema non sarebbe nuovo: cani morti avvelenati ce ne sarebbero periodicamente almeno da un paio d'anni.

L'ultima vittima sabato pomeriggio: si chiamava Neve, un cane lupo meticcio. “Passeggiavamo sul monte quando a un certo punto si è accasciata al suolo – ha raccontato Loris Cristini, il proprietario, a Bresciaoggi – Ha iniziato ad avere le convulsioni e la bava alla bocca”.

La sfortunata Neve avrebbe infatti ingerito un ghiotto boccone, “pescato” per strada, ma che purtroppo al suo interno conteneva metaldeide, il principio attivo di un insetticida utilizzato anche per sterminare le lumache. A conti fatti, un veleno potentissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme bocconi avvelenati, morto un cane lupo: "E' spirato tra le mie braccia"

BresciaToday è in caricamento