Giallo di Marcheno: lunedì saranno interrogati i quattro indagati

Per il momento a carico dei quattro non ci sono prove di colpevolezza, solo indizi. Nella prossima settimana gli inquirenti faranno nuovi accertamenti.

Gli investigatori nello stabilimento di Marcheno

Saranno interrogati nella giornata di lunedì le quattro persone indagate per la scomparsa di Mario Bozzoli, imprenditore di cui si sono perse le tracce lo scorso ottobre. Un atto dovuto dopo le perquisizioni domiciliari avvenute venerdì a casa di Alex e Giacomo Bozzoli, nipoti dell’industriale, e dei due operai della fonderia di Marcheno: Oscar Maggi e Akwasi Aboagye. 

Gli indagati sono quattro, ma se Giuseppe Ghirardini — trovato cadavere nei pressi di Ponte di Legno — fosse ancora vivo anche lui sarebbe iscritto nel registro degli indagati con le medesime pesanti accuse: concorso in omicidio volontario e distruzione di cadavere. Per il momento, comunque, a carico dei quattro non ci sono prove di colpevolezza, solo indizi. Proprio per questo motivo nei loro confronti non è scattata alcuna misura cautelare.

Nella prossima settimana la procura disporrà nuovi accertamenti. Gli inquirenti vogliono passare sotto la lente d’ingrandimento i conti correnti dei due operai. Cercano eventuali spostamenti di denaro successivi, o immediatamente precedenti, alla scomparsa di Bozzoli o comunque qualsiasi movimento di denaro particolare.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento