Bobina di una tonnellata sul dito, operaio rischia l'amputazione

L'uomo, un egiziano di 34 anni, ha riportato gravi lesioni alla falange del dito mignolo della mano ed è stato trasportato alla Poliambulanza

Foto d'archivio

SAN ZENO NAVIGLIO. Un operaio egiziano di 34 anni rischia la parziale amputazione del mignolo della mano, a seguito di un infortunio sul lavoro.  

L'uomo, dipendente dell'azienda Setrans di via Industriale, stava spostando delle bobine con un carroponte, quando il gancio del macchinario ha cominciato ad oscillare. Nel tentativo di fermarlo, ha infilato la mano tra il gancio e la bobina, di circa una tonnellata, che si è staccata schiacciando il dito.

L'incidente si è verificato poco prima delle 19.30 di martedì 6 ottobre. L'operaio ha riportato gravi lesioni a una falange; è stato soccorso dai sanitari del 112 e trasportato in codice giallo alla Poliambulanza. Sul posto per ricostruire la dinamica dell'infortunio sono intervenuti i tecnici dell'Asl.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

Torna su
BresciaToday è in caricamento